Il Comune progetta e liquida definitivamente…

… ma la ditta incaricata cosa avrà progettato?!

AGGIORNAMENTO: dopo aver richiesto copia degli atti, ci si è accorti che nulla è stato mosso. Dietro stessa ammissione della responsabile della pubblicazione della determina, <<in effetti se uno legge l’oggetto…>> è stato ‘risolto’ il mistero della determina: è stata pagat, intorno ai 5000 euro, la società INFO srl per aver curato la pubblicazione degli atti relativi all’auditorium e successivi atti. Insomma il nulla.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

One Response to Il Comune progetta e liquida definitivamente…

  1. enrico says:

    dopo le dichiarazioni dell’On. Mancini circa la valorizzazione degli immobili di FdC e la loro successiva alienazione, sono cominciate le contraddizioni con la regalia del fabbricato sito al parcheggio di Cosenza centro (due fiumi) al sindacato UGL. come volevasi dimostrare.
    vedi avviso pubblico

    REGIONE CALABRIA Dipartimento n° 4 – Bilancio e Patrimonio
    AVVISO PUBBLICO per la concessione in uso di immobile ex deposito ferroviario, di proprietà regionale, sito nel Comune di Cosenza
    Ai sensi dell’art. 2 del regolamento 30 luglio 2007 n° 4 per le concessioni in uso dei beni demaniali e patrimoniali della Regione Calabria
    Si rende noto:
    – che questa Amministrazione intende concedere in uso un immobile di proprietà regionale ubicato nella città di Cosenza (in prossimità della Stazione Ferrovie della Calabria), identificato catastalmente al foglio di mappa n° 18, particella n°14 – Comune di Cosenza;
    – che l’immobile consiste, più nello specifico, in un fabbricato ex deposito merci con annessa corte di c/ca mq 400, in cattivo stato conservativo e manutentivo;
    – che con istanze in data 03/6/2011 e 08/9/2011 il Segretario regionale della Unione Generale del Lavoro -Telecomunicazioni Calabria con sede in Cosenza (di seguito, più brevemente UGL) ha richiesto la concessione di tale immobile per il perseguimento delle finalità proprie di detta Organizzazione sindacale;
    – che per la scelta del concessionario non si darà luogo ad evidenza pubblica stante l’art 2 co, 6 lett. C) citato regolamento n°4/2007, che consente espressamente tale deroga ai princìpi generali della evidenza pubblica nei casi in cui -fra l’altro- “/’/ soggetto richiedente e/o almeno uno di quelli concorrenti appartengano alle categorìe di cui all’art, 9, comma 1 e Intendano utilizzare il bene per l’esercizio di attività di cui al comma 2 dei predetto articolo. In tal caso la scelta del soggetto concessionario ha luogo -ove vi siano domande concorrenti- sulla base dei criteri di cui alla lettera d)”;
    – che nel caso di specie risultano integrate in capo alla richiedente UGL le condizioni sia soggettive sia oggettive previste dalla normativa regolamentare citata, poiché tra i soggetti indicati nel comma 1 dell’art. 9 sono pure ricomprese “/e associazioni non riconosciute, disciplinate dall’articolo 36 del codice civile, dal cui statuto sia possibile desumere in modo inequivocabile l’assenza totale di finalità lucrative” (lett. C) e,

    ancora, tra le attività specificate dal comma 2 della medesima norma figurano altresì quelle “di promozione, tutela, sviluppo dei diritti umani” (lett. D);
    – che con nota del 24/10/2011 il Direttore Generale di Ferrovie della Calabria SRL ha certificato che il bene non è, allo stato, utilizzato alle finalità dell’esercizio ferroviario;
    – che, pertanto, non sussistendo esigenze concrete ed attuali ad un utilizzo diverso dell’immobile e stante, per altro verso, la necessità di valorizzare e recuperare il bene con conseguente incremento del patrimonio dell’Ente, si provvederà (ricorrendo le condizioni previste dal citato regolamento regionale n. 4/2007) all’avvio del procedimento di concessione onerosa dell’immobile in capo all’UGL sede di Cosenza, per un suo utilizzo secondo le finalità sindacali e sociali indicate.
    Si comunica, infine, che il presente avviso viene pubblicato per l’assolvimento delle finalità di cui all’art. 2 comma 3 lett C) del regolamento.

    Il Dirigente del Settore
    Demanio e Patrimonio immobiliare
    dr.ss Fortunata Raschellà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *