L’hackmeeting 2013 alle ex officine

Hackmeeting 0×10 – Cosenza

L’hackmeeting è l’incontro annuale delle controculture digitali italiane, di quelle comunita’ che si pongono in maniera critica rispetto ai meccanismi di sviluppo delle tecnologie all’interno della nostra societa’. Ma non solo, molto di piu’. Lo sussuriamo nel tuo orecchio e soltanto nel tuo, non devi dirlo a nessuno: l’hackit e’ solo per veri hackers, ovvero per chi vuole gestirsi la vita come preferisce e sa s/battersi per farlo. Anche se non ha mai visto un computer in vita sua.

Tre giorni di seminari, giochi, feste, dibattiti, scambi di idee e apprendimento collettivo, per analizzare assieme le tecnologie che utilizziamo quotidianamente, come cambiano e che stravolgimenti inducono sulle nostre vite reali e virtuali, quale ruolo possiamo rivestire nell’indirizzare questo cambiamento per liberarlo dal controllo di chi vuole monopolizzarne lo sviluppo, sgretolando i tessuti sociali e relegandoci in spazi virtuali sempre piu’ stretti.

L’evento è totalmente autogestito: non ci sono organizzatori e fruitori, ma solo partecipanti.

\Quando
L’Hackmeeting si terrà il 7-8-9 giugno 2013

\Dove
L’hackmeeting si terrà all’area ex-officine (Cosenza – Viale Giacomo Mancini)

\Info
it.hackmeeting.org

Posted in eventi, General, Uncategorized | Leave a comment

Assemblea popolare per l’auditorium

assemblea

PRIMA ASSEMBLEA PUBBLICA DELL’AUDITORIUM POPOLARE

- Previsto un collegamento con i compagni del Teatro Valle Occupato di Roma, che ci racconteranno la loro esperienza e la costruzione della costituente dei beni comuni.

I beni comuni sono una pratica politica, una forma dell’agire collettivo. Anziché accentrarlo nelle mani di pochi, la politica dei beni comuni diffonde e rende fluido il potere. I beni comuni sono da conquistare, esistono quando un insieme di persone se ne riappropria, se ne prende cura e li restituisce alla collettività. C’è da precisare che i termini “comune e pubblico” hanno accezioni diverse. La democrazia partecipata si perpetra attraverso l’autogoverno e la partecipazione diretta, non mediante il controllo dello stato e dell’amministrazione pubblica: non sono una zona pacificata, sono campi di conflitto, sono la risposta ai governi che svendono il patrimonio culturale, ambientale, paesaggistico e cittadino.A Cosenza, l’area delle ex officine, è un luogo di resistenza alla speculazione edilizia che, grazie all’impegno di tante persone che vivono quell’area, è diventato un punto di aggregazione sociale, che contrasta con la solitudine in cui la crisi economica mondiale e la mercificazione di ogni cosa ci stanno facendo sprofondare. Quest’area è divenuta luogo di appropriazione e sperimentazione di una socialità vera, nata dall’incontro fra diverse culture e il desiderio di partecipazione alla vita collettiva. Per questo motivo, come bene comune, nasce l’auditorium popolare, un luogo libero da appartenenze dove si produce e riproduce cultura, arte, musica, politica, socialità, dove poter esprimere liberamente la partecipazione attiva fuori dalla retorica e dall’economia dei grandi eventi.

L’auditorium intende l’arte e la cultura come manifestazione sociale e non come produzione commerciale fine a sé stessa. Questa commercializzazione dell’arte è sempre più presente nella società, sempre di più movimenti artistici e culturali nascono dal basso proponendo nuove idee che spesso contrastano con le vecchie scuole, però quando il loro creare o sentire riscuote successo, cattura l’interesse della grande industria culturale, che se ne appropria svuotandoli dei contenuti che si contrappongono alla mercificazione e al potere, modificandoli e riproponendoli in modo seriale solo per ricavarne profitto. L’auditorium rifiuta questo sistema e si propone di dare voce a chi fa arte per la ricchezza dell’animo e per evidenziare i pregi e i difetti del mondo.

L’auditorium chiede il contributo di tutti per fare di questo luogo un punto di riferimento partecipato e condiviso; vuole, assieme alla più ampia partecipazione possibile, produrre e comunicare la cultura in tutte le sue forme, proporre iniziative condivise, di rinascenza economica, culturale e politica. L’auditorium si fonda sul rifiuto netto e categorico di ogni forma di precariato, vera e propria gabbia in cu vengono chiusi i sogni e le speranze di una generazione; ripudia ogni forma di fascismo, razzismo, omofobia e sessismo. Vuole avere come organo di decisioni comuni e cuore pulsante l’ASSEMBLEA DI GESTIONE, con un carattere assolutamente aperto ed includente, in cui discutere, vagliare, ascoltare, produrre, ideare e stare assieme.

Per discutere di tutto questo, invitiamo tutte e tutti alla prima assemblea pubblica che si terrà, nei locali dell’Auditorium, mercoledi 5 giugno alle ore 18:00

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment

Il maiale e l’aiuto chef. Uno spettacolo per bimbi e non solo…!

il_maiale_elaiuto_chef

a cura della rete UTOPIESORRIDENTI

APPROFONDIMENTI: ultimoteatro.wordpress.com

Posted in Uncategorized | Leave a comment

AUDITORIUM POPOLARE il 24 aprile si inaugura!

manifesto inaugurazione auditorium popolare

 

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment

a giugno (7-8-9) l’hackmeeting è qui!

e le info stanno qui -> http://it.hackmeeting.org/

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Torna la fiera e la mensa è ara ‘mmersa!


vai al blog ferarammersa.noblogs.org

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment

ASSO DI MONNEZZA di Ulderico Pesce a Cosenza sabato 26 gennaio

Sabato 26 gennaio 2013

area ex officine ferroviarie

20.00 – aperitivo sociale

21.00 – spettacolo

e dopo… desinenze…

Asso di Monnezza: i traffici illeciti di rifiuti in Italia, racconta i traffici illeciti dei rifiuti urbani e soprattutto di quelli industriali, che attanagliano l’Italia tanto da far dire che il vero asso nella manica è “quello di monnezza”, vale a dire che l’immondizia smaltita illegalmente offre una grande possibilità di arricchimento soprattutto alla malavita.

E’ la storia di Marietta e della sua famiglia. Marietta è nata nella periferia di Napoli, a Pianura. Il balcone della sua casa si affaccia su una discarica di “monnezza” dove da 40 anni sono state sversate tonnellate di rifiuti, tra i quali 1000 tonnellate di liquidi chimici pericolosissimi provenienti dall’Acna di Cencio. Nata in una famiglia poverissima il suo primo giocattolo l’ha trovato proprio in questa discarica: una bambolina spelacchiata che ancora conserva; ma la discarica e i suoi fumi tossici le ha portato via tutta la famiglia, i genitori e una sorella stroncati da tumori.

Rimasta sola Marietta si sposa con Nicola e va ad abitare in una masseria agricola a Giugliano, alle porte di Napoli, dove presto arriverà un’altra discarica: dove arriva Marietta arrivano le discariche.

Marietta è marchiata dalla “monnezza” pertanto la odia ma, dopo un viaggio fatto a casa della sorella Marisa, nel quartiere Colli Aniene di Roma, dove si fa la raccolta differenziata porta a porta, e dove i rifiuti vengono riciclati, cambia vita. Torna a Giugliano, che come sempre è sommersa dai rifiuti e cerca, invano, di convincere le autorità a praticare gli stessi metodi scoperti nel quartiere di Roma. Nulla potendo comincia a praticare la raccolta differenziata porta a porta in assoluta autonomia e grazie all’aiuto dei figli Antonio e Vincenzo.

Se Marietta e i figli raccolgono l’immondizia il marito Nicola e l’altro figlio Cristian la “nascondono”, nel senso che sono due malavitosi che smaltiscono, in cambio di molti quattrini, rifiuti industriali pericolosissimi provenienti dal Nord che loro gettano nel mare, nei fiumi, in discariche o direttamente sulla terra agricola.

Il conflitto tra Marietta e il marito Nicola diventa il conflitto tra due modi di concepire l’ambiente la legalità e la vita in genere.

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment

Video amatoriale su ex deposito FdC Cosenza

un bel regalo…abbiamo trovato delle immagini del 1991, che riprendono l’area delle ex officine fdc… ora che l’area è interamente passata alla Regione vedremo cosa succederà…intanto niente pare muoversi sul fronte variante al pgr… e doveva solo passare un mese.
Nel frattempo guardate questo documentario fatto in casa…

https://www.youtube.com/watch?v=IjuZYfFVPeU

 

Posted in audio-video, Uncategorized | Leave a comment

Insieme per costruire reti

header

Sala Brutia Italiana Hotels – Cosenza 12 gennaio 2013 ore 9.30

Oggi è arrivato il momento di lavorare insieme tra noi e le istituzioni per apportare cambiamenti significativi sui nostri territori, le risorse disponibili devono diventare risorsa di tutti.

Questa idea è emersa a conclusione dei lavori della I Conferenza provinciale sul volontariato e troverà la sua prima applicazione il 12 gennaio 2013. In questa data, infatti, Volontà Solidale – CSV Cosenza, realizza una giornata formativa dedicata ai metodi partecipativi dal titolo “Verso la progettazione partecipata, insieme per costruire reti”, che vedrà gli attori del territorio (associazionismo ed istituzioni) impegnati in un confronto a più voci.

Sarà un ulteriore passo teso ad individuare le priorità dei cambiamenti da mettere in atto e a dotarsi degli strumenti e delle metodologie per fare rete, per far emergere la creatività e l’innovazione ed essere risorsa per il cambiamento.

La giornata vedrà la presenza dei facilitatori di metodi partecipativi Paolo Martinez e Alessandra Modi, che daranno gli strumenti collaborativi con cui arricchire la propria borsa degli attrezzi cercando di valorizzare i risultati della conferenza riprendendo le parole chiave emerse dai tavoli di lavoro sulle azioni da intraprendere per il futuro: Rete (necessità di fare rete e condividere risorse), Innovatività (il volontariato deve mantenere il suo ruolo di sperimentatore e di stimolo verso la società e le istituzioni), Tutela e valorizzazione del territorio (l’azione volontaria può modificare e migliorare il contesto in cui viviamo), Conoscenza (confronto tra le associazioni e condivisione di esperienze tra generi e generazioni), Rapporto con le istituzioni (coinvolgimento in fase di programmazione delle attività da parte degli enti, in Welfare sempre più in crisi questo aspetto è centrale), Advocacy e cittadinanza attiva (il volontariato oggi più che mai deve occuparsi di tutela dei diritti e del bene comune).

Per partecipare bisogna compilare la scheda di iscrizione allegata da restituire entro martedì 8 gennaio 2013 presso gli Sportelli Territoriali oppure tramite email all’indirizzo info@csvcosenza.it o tramite fax al numero 0984.401886.

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment

SENZA MEMORIA NON C’E’ FUTURO

Presentazione/apertura mostra sulle “giornate di Cosenza” curata dalla casa editrice coessenza.

H.17.30 dibattito/assemblea:
SENZA MEMORIA NON C’E’ FUTURO
Dal locale/nazionale al transnazionale: la sfida globale del conflitto politico.
Globalizzazione dei movimenti ed opportunità politiche

Intervengono:
Francesco Febbraio – radio ciroma
Giuliano Santoro – giornalista

a seguire aperitivo sociale

La mostra sulle “giornate di cosenza”, rimarrà installata per tutto il periodo natalizio presso il CPOA Rialzo

Posted in eventi, Uncategorized | Leave a comment