E’ iniziata (l’informale) progettazione partecipata. Salute a noi!

senza parole

Il titolo è abbastanza esplicito. Poi l’importante è non alzare il polverone, dell’eternit, altrimenti sgomberano. A dire di alcuni crociati.

Giovedì 29 settembre 2011 è iniziato il laboratorio di progettazione partecipata annunciata dal sindaco sul Quotidiano, peccato che comincia claudicante. Proviamo ad approfondire, e voi se volete, commentate…

INFORMALE: i professionisti inviati dal Sindaco sono semplicemente volontari non pagati. La giustificazione dell’informalità è data (a detta loro) dal fatto che la titolarità del terreno non è comunale e quindi sarebbe formalmente vietato fare e dire su cose altrui. Ottimo inizio.

PERCHE’ IRONICO: i suddetti professionisti hanno lasciato trasparire la loro propensione all’accondiscendenza delle volontà clericali. Inoltre, alcuni di loro, sono notoriamente molto vicini all’a$$ociazion€ Stella Cometa, quindi non equidistanti.

INUTILE: perchè di fondi non c’è n’è, nè a Piazza Grande, nè a Piazza dei Bruzi. E non lo dice solo Lucio Dalla, ma anche un gruppetto di giovani ingenui e prevenuti. Gli unici fondi disponibili e tecnicamente riutilizzabili erano quelli destinati all’auditorium, che oramai hanno preso altri lidi (leggi i 12 post relativi). Anche se le promesse non mancano affatto.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *